2012: la grande crisi.

giovedì 3 marzo 2011, 14.30, aula 102
c/o Università Statale, via Festa del Perdono 7

presentazione del libro

2012: la grande crisi.

di Aldo Giannuli
Ponte alle grazie, 2010

ne parleranno con l’autore:
Luciano Fasano, ricercatore in Scienza politica, Università degli Studi di Milano;
Massimo Amato, Università Bocconi, co-autore di “Fine della finanza”;
Luca Fantacci, Università Bocconi, co-autore di “Fine della finanza”;

Nel 2012 non finirà certamente il mondo: ma potrebbe cambiare la Storia. Il triennio 2012-14 si prospetta come un crocevia di eventi epocali e la crisi che stiamo attraversando potrebbe intensificarsi gravemente. Fra le cause, la fragilità economica legata al debito USA, e di alcuni paesi europei; la guerra valutaria e commerciale fra Occidente e Cina; la crisi dell’Unione Europea con il rischio di una sua scissione, ed eventi politici di grande portata: le elezioni presidenziali in USA, Francia e Russia, il cambio della dirigenza cinese, la nomina del nuovo governatore della BCE e, nella nostra piccola Italia, la possibilità strisciante di forme soft o meno soft di secessione…

Tags: , , , , , , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Martino Iniziato

Martino Iniziato

Laureato in scienze storiche presso l’università degli studi di Milano con una tesi su Ronald Reagan, ha imparato a fare siti internet quasi per gioco e lo ha trasformato in un quasi-lavoro. Un po' giornalista, un po' cameriere, un po' promotore d'eventi culturali è tra i fondatori dell'Associazione Lapsus e si rivede molto nella definizione springstiniana di "Jack of all trade": tuttofare. Tra le altre cose, è il curatore di questo sito per conto di Tanoma.it. Su twitter è @martinoiniziato

Commenti (3)

  • Avatar

    stefano

    |

    Gran bella presentazione,
    il primo ragazzo che ha spiegato le slides parlava davvero bene, poi mi sembra lodevole riuscire a coinvolgere professori di altre università e facoltà, è davvero un gran bell’esempio di ciò che dovrebbe fare l’università, uscire dagli schemi e coinvolgere, essere aperta al dibattito e proporsi di istruire la classe dirigente, quella politica in particolare. Perchè se è vero in parte che un libro del genere può sembrare pessimista, e che le profezie dette a gran voce hanno più possibilità di avverarsi, lo spirito di quest’indagine sui sintomi del malanno che incombe è anche un invito ad aprire gli occhi e fare qualcosa.
    Poi Giannuli è davvero sempre prodigo di risposte ed aneddoti e vederlo affiancato da due emeriti economisti, nonostante in realtà non aggiungano molto in fatto di contenuti ma precisino soltanto con terminologia più specialistica quel che già c’è nel libro, conferma l’impressione che ne sappia a pacchi.

    Reply

    • martino

      martino

      |

      grazie di essere venuto!
      si in effetti giannuli è davvero un docente come pochi altri in italia…
      speriamo alla prossima occasione!
      Lapsus

      Reply

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

seguici

Associazione Lapsus